Cerca nel blog

mercoledì 11 novembre 2009

Crostata di pere e crema alle mandorle di Laura Ravaioli.

Prima di parlarvi della ricetta volevo spendere due parole su S. Martino...L'11 Novembre è una serata di festa per tutto il Salento, una ricorrenza legata alle tradizioni popolari, soprattutto alla vendemmia. S. Martino è un appuntamento simbolico, carico di consuetudini, di folklore, di storia locale, è la rievocazione autunnale di un rituale rimasto uguale nel corso degli anni, qualunque cosa si organizzi l'importante è stare insieme, ritrovarsi intorno ad una tavola imbandita secondo la tradizione, immancabili:carne alla brace, pittule, castagne , l'ospite d'onore "il vino novello".
Questa serata di festa la trascorreremo a casa di amici, ovviamente non può mancare il dolce e per l'occasione ho preparato una crostata di pere e crema di mandorle proposta qualche tempo fa sul Gambero Rosso da Laura Ravaioli. Il profumo è favoloso...

Ingredienti:
Pasta frolla ( queste sono le dosi che ho utilizzato: 300 g di farina 00; 150 g di zucchero;150 g di burro; 3 tuorli; un pizzico di sale; scorza di limone grattugiata);*
100 g di zucchero;
100 g di farina di mandorle;
2 cucchiai di farina;
100 g di burro;
1 uovo intero;
2 cucchiai di kirsch*;
3 pere sbucciate ed immerse in acqua acidulata;
gelatina di albicocche o zucchero a velo;

Preparazione:
Accendere il forno a 180°.Stendere la pasta frolla in una tortiera da 26 cm di diametro e riporla in frigo. Sbucciare le pere tagliarle a metà, togliere il torsolo con uno scavino e immergerle in acqua con un po di succo di limone. Mettere in una ciotola il burro morbido aggiungere lo zucchero e montare con le fruste, unire la farina di mandorle, l'uovo intero continuando a montare e poi la farina setacciata e i due cucchiai di kirsch ( o rum). Riempire con la crema l'involucro di frolla, asciugare le pere con carta assorbente tagliarle e disporle sulla crostata facendo una leggera pressione per affondarle nella crema. Infornare per 45 minuti. Una volta raffreddata spennellare con della gelatina di albicocche o spolverare con dello zucchero a velo. (io non ho ancora lucidato con la gelatina poiché è tiepida).

*Nella frolla non ci sono gli albumi in questo modo risulta più friabile, quando si utilizzano le uova intere l'impasto ha una consistenza più croccante.
*Il kirsch è un'acquavite ricavata dalle ciliegie che esalta il gusto della mandorla.
Vi auguro una splendida serata, la mia sarà all'insegna di bagordi.....

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Fiorix (blog Cuor di Panna):


31 commenti:

  1. mamma mia...com'era buona! Peccato che sapeva di.... poco... RITENTA! Sarò più fortunato

    RispondiElimina
  2. Ha un aspetto splendido complimenti, ne prendo un assaggino.Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  3. che bella la festa di san martino! da piccola mi piaceva un sacco la storia, peccato che adesso si sia un pò persa la tradizione. qui da me si festeggerà domenica.
    adoro la frolla con solo i tuorli, è la mia preferita..e il ripieno! praticamente è un frangipane. ps..negli ingredienti hai dimenticato il burro del ripieno!

    RispondiElimina
  4. Invitantissima e bellissima questa crostata. Complimenti Manuela :) sarà sicuramente un'ottimo S.Martino!!!
    Ciao Fede

    RispondiElimina
  5. Caspita che bella invitante questa crostata, ricca di gusto e nell'aspetto. Complimeti!
    Buon S.Martino.
    Baci Alessandra

    RispondiElimina
  6. è vero, oggi è San Martino, non me sono ricordata nemmeno!!! buonissima questa crostata, anch'io avevo in mente una crostata con le pere, mi sa che proverò anch'io questa ricetta! baci

    RispondiElimina
  7. Ciao Mauela una crostata davvero prelibata ne prendo una fetta posso?

    Baci

    RispondiElimina
  8. Manuela, belissima questa crostata !!!
    Hum...
    Baci a te !!!

    RispondiElimina
  9. Sai che questa me la sono persa...semplicemente spettacolare...grazie per averla postata..la segno subitissimo, ciaoooo

    RispondiElimina
  10. davvero complimenti immagino la felicita' dei tuoi amici che ti aspettavano a braccia aperte per papparsela tutta!!!

    RispondiElimina
  11. Ciao! ma che buona questa torta!! con sopra poi la crema alle mandorle!!!
    Anche nel polesine San martino è un giorno di grande festa..ma ne riparleremo!!
    un bacione

    RispondiElimina
  12. Ciao Manuela, ti devo fare i complimenti non solo per la crostata, ma anche per il blog molto bello ed interessante!!
    Ti aggiungo ai preferiti, un abbraccio :)
    Michela

    RispondiElimina
  13. Dall'aspetto niente male!!!Io segno la ricetta!!!!
    UN ABBRACCIO

    RispondiElimina
  14. ma che bontà!!! mi offriresti una fetta? bacioni .-)

    RispondiElimina
  15. Grazie per le informazioni sullo spirito della festa di San Martino, è stato interessante scoprire una tradizione di cui non sapevo nulla... Questa crostata oltre ad essere bellissima, deve essere tanto buona, e chissà che profumo..

    RispondiElimina
  16. Ragazze grazie a tutteeeeeeeee.

    RispondiElimina
  17. che bonta questa crostata l'avevo vista anch'io e deve essere divina...la Ravaioli è bravissima e tu lo sei altrettanto visto la meraviglia che hai sfornato!!!bacioni imma

    RispondiElimina
  18. Concordo con Imma... sembra divina questa torta... come non desiderare di affondare il coltello per mangiarne una fettona!! Sono stupende le sagre di paese e le feste tradizionali... sono senza tempo e così cariche di valori antichi che è stupendo viverle e perpetrarle!!

    RispondiElimina
  19. Ti e' venuta benissimo e chissa' che buona!

    RispondiElimina
  20. deliziosa!grazie della partecipazione vado subito ad inserirla..!bacioni

    RispondiElimina
  21. ma sforni una crostata piu' bella del'altra!!anche questa è splendida!!

    RispondiElimina
  22. Me l'ero segnata anch'io quando gliel'ho vista fare e ppure non l'ho ancora replicata: mi sa di un buono...

    RispondiElimina
  23. Ciao cara Manuela, grazie infinite per il premio, è carinissimo!
    Scusa la mia assenza ma al lavoro abbiamo traslocato e le linee del telefomo ancora non sono attive e quindi niente internet.
    A casa ho avuto dei problemi di connessione che sono stati risolti oggi.
    Ti prometto che nel fine settimana pubblicherò il premio anche se in ritardo.
    Grazie tantwe grazie è veramente gradito!!
    Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  24. sembra proprio buona!
    complimenti!

    RispondiElimina
  25. Frequentando da poco Salerno e sono arrivata da poco a conoscenza di tutte queste tradizioni.
    A cava c'è una processione e lo scambio di torroncini.
    Adoro queste tradizioni locali.
    Buona anche la tua torta,l'ho provata in passato è deliziosa e profumatissima :P

    RispondiElimina
  26. Bagordi???!!!! Ora avrai già bagordato, ma la torta l'hai lasciata incustodita?
    Un buon week a te, TVTB!!

    RispondiElimina
  27. mamma mia..deve essere una delizia...beati i tuoi amici!!!ciaoooo

    RispondiElimina
  28. Che buona! Adoro questo genere di crostate e, soprattutto l'abbinamento mandorle e kirsch! Bella ricetta! Buon weekend! :)

    Ele

    RispondiElimina
  29. sembra morbida, deliziosa e delicata! Da fare anche per le merende, per esempio..

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails