Cerca nel blog

venerdì 29 marzo 2013

Risotto allo zafferano con funghi cardoncelli

Buon pomeriggio,  su tutti i blog spopolano colombe ed altre  preparazioni Pasquali, io quest' anno sono ancora indecisa, si lo so non è che ci sia poi tutto questo tempo, siamo già a giovedì, ma non ho una grande voglia di fare la colomba, ne tanto meno l'agnello di pasta di mandarla (che non amo particolarmente!), ci penso ancora un po su, comunque gli stampi gli ho comprati, non si sa mai!!!!
Oggi vi posto la ricetta di un risotto, forse la seconda che ho sul blog, da piccola il riso non lo amavo particolarmente, crescendo invece ho imparato ad apprezzarlo, lo cucino spesso, ma non lo posto mai, un risotto che mi fa letteralmente impazzire e quello con i carciofi, lo adoro, ma è così difficile da fotografare e rimando sempre...
Quello di oggi è un risotto allo zafferano,visto che  qui continua a piovere... mi è parso di avere un po di sole nel piatto.Attenzione non quello tipico milanese  manca il midollo ed il brodo è vegetale, per la serie :"è meglio mettere le mani avanti......", dato che le critiche sono sempre dietro l'angolo!!!!. Il procedimento l'ho preso dal libro di Carlo Cracco, "se vuoi fare il figo usa lo scalogno" e poi ci ho aggiunto un tocco personale, dei funghi cardoncelli trifolati.




Ingredienti: 
riso carnaroli;
burro;
cipolla; (se vi sentite fighi sostituitela con lo scalogno, io l'ho fatto!!!!);
parmigiano grattugiato;
brodo di verdure (fatto con sedano, carota , cipolla e gambetti di prezzemolo);
vino bianco di buona qualità ( mi raccomando mai vino in cartone);
zafferano in pistilli (circa dieci pistilli a persona)
sale ;
pepe bianco;
Per i funghi trifolati:
funghi cardoncelli;
aglio;
olio evo;
sale;
pepe nero;
vino bianco;





Preparazione:
Pulire i funghi e tagliarli non troppo sottili, in una padella far rosolare uno spicchio d'aglio in un filo di olio, aggiungerei funghi , farli cuocere un paio di minuti, sfumare con un pochissimo vino bianco, una volta evaporato (quando tutta l'acqua di vegetazione si sarà asciugata), spegnere il fuoco e aggiustare di sale , aggiungere una macinata di pepe nero e un po di prezzemolo tritato. (Vanno mantenuti in caldo)
Tritare lo scalogno finemente, farlo cuocere con il burro a fuoco dolce per qualche minuto, unire il riso , tostarlo per un paio di minuti, aggiungere i pistilli di zafferano e tostare ancora per un minuto. A questo punto sfumare con un po di vino bianco e lasciare evaporare,  iniziare a bagnare con il brodo , un mestolo alla volta,  aggiungendolo man mano che asciuga. (dovrà cuocere per circa 14 - 15 minuti). Trascorso il tempo, spegnere il fuoco, lasciare riposare il riso per un minuto, poi mantecare con il burro e il parmigiano.
Impiattare  il riso aggiungendo al centro un cucchiaio di funghi e decorare con  qualche pistillo di zafferano.
Questo è quanto, vi auguro un buon proseguimento di serata, dato che non so se riuscirò  a scrivere un altro post, vi faccio oggi gli auguri di una serena Pasqua! Baci Manu.






14 commenti:

  1. preferisco il tuo risotto rispetto a quello milanese!cmq anch'io niente colomba!non mi fa impazzire!quest'anno farò altri dolcetti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Angelica! Mi sa che faccio anche io qualche altro dolcetto!

      Elimina
  2. è vero su tutti i blog prima c'erano le zeppole ed ora colombe, torte pasquali e via dicendo...io non sono molto brava in queste preparazioni :( ottimo il tuo risotto..fa venire una fame :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fatto è che qui in Salento non ci sono molti dolci tipici Pasquali, anzi c'è solo l'agnello di pasta di mandorla, ma a me non piace, quindi a parte la colomba... vedremo!

      Elimina
  3. Anche a me piace moltissimo il risotto ai carciofi ma lo trovo infotografabile (si dice così?) e anche io dicevo di non voler fare la colomba...Pasqua è arrivata così in fretta, mi sembra di aver appena finito la produzione di biscotti natalizi...però ieri mi son lasciata trasportare...e ieri sera ho impastao...e ho fatto bene! domani la pubblico, è una nuvola! se solo ci fosse un sole come quello che hai messo in questo piatto! Buona Pasqua di cuore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pienamente d'accordo, anche a me pare ieri che sia stato Natale, comunque per la colomba se impasto questa sera domani riesco ad infornarla....tutta colpa del tempo non basta mai.....!!!!Buona Pasqua anche a te e alla tua famiglia!

      Elimina
  4. Deliziosao cara...lo faccio spesso pure io.
    Ti abbraccio e ti auguro buona Pasqua

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Manu Tanti auguri anche a te!

      Elimina
  5. Io se riuscirò a fare la pastirea sarà grasso che cola..a ahahahahah Sono una pigrona.. ma più che altro lavorando tutto il giorno.. chi ha tempo!!! Buonissimo il tuo risotto.. Buona Pasqua.. Un baciotto :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero se si lavora tutto i giorno il tempo è quello che è. La pastiera non l'ho mai fatta, nè assaggiata, non mi ispira molto.... ma un dolce lo dovrò pur fare, mi sa che mi tocca ripescare qualcosa dall'archivio!!!! Serena Pasqua anche a te!!!!!Un abbraccio.

      Elimina
  6. io quest'anno farò una crostata come dolce, la pastiera è un po' lunghetta da fare anche se mi fa impazzire. che colorato e allegro questo risotto, mette davvero buonumore: adoro il riso ma lo cucino poco, dovrei farlo più spesso. tantissimi auguri di Buona Pasqua e tanta serenità per questi giorni di festa!

    RispondiElimina
  7. Ciao! semplice ma molto gustoso questo risotto! e poi un pò di colore ci vuole proprio!!!
    un bacione

    RispondiElimina
  8. Questo riso è meraviglioso!!! :) Vien voglia di mangiarlo solo dalle foto!!
    Se ti va ti aspetto da me c'è un premio per te.. :)
    http://legolosecreazionidiluana.blogspot.it
    Un Saluto
    Le Golose Creazioni di Luana

    RispondiElimina
  9. davvero da manuale un abbraccio simmy

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails