Cerca nel blog

venerdì 22 marzo 2013

Crostata cocco - limone

BuonDì , leggo un po ovunque che siamo in primavera...ma siamo proprio sicuri? Qui pare Dicembre, piove a dirotto, fa freddo, ho persino acceso il riscaldamento questa mattina! Marzo è un mese che non mi piace per niente,  qui è primavera a giorni alterni si passa da giornate in cui ci sono 20 gradi e il giorno dopo si scende a 8 , questa altalena si ripercuote sull'umore.... Visto che oggi è tutto grigio, per combattere le paturnie meteorologiche vi posto la ricetta di una crostata cocco e limone che il solo guardarla mette il buon umore , ha il colore del sole e il gusto dell'estate, la ricetta l'ho trovata qualche anno fa in rete , in diversi blog, menù turistico, l'osso e la lisca, sul sito di Alice , la paternità è incerta diciamo che è figlia della rete..





Ingredienti:
Pasta frolla (la ricetta la trovate qui);
Per il ripieno:
100 g di burro morbido;
170 g di zucchero extrafine;
4 uova intere;
la scorza grattugiata di un limone grande non trattato;
il succo di un limone;
90 g di  farina di cocco;
200 g di yogurt bianco; 
i semi din mezza bacca di vaniglia;
zucchero a velo per spolverare;


Preparazione:
Montare il burro a crema con lo zucchero  e la vaniglia, aggiungere le uova una alla volta, poi lo yogurt,  la scorza e il succo di limone filtrato, ed infine il cocco (avrà un aspetto grumoso e abbastanza liquido, niente paura prenderà consistenza in cottura!). Pre riscaldare il forno a 180°, rivestire una teglia dal fondo amovibile da 26 cm di pasta frolla ( la teglia deve essere o a cerniera o con il fondo amovibile, perché la superficie è morbida e non si può ribaltare su di un piatto), versare dentro il ripieno . A questo punto, siccome ho fatto questa crostata diverse volte, ho sperimentato cotture diverse, cioè la prima volta forno statico per 30 minuti, ma non sono stati sufficienti, poiché il fondo restava crudo, la seconda volta sempre forno statico preriscaldato a 180°, ma ho escluso la resistenza superiore del forno ed ho cotto la crostata 30 minuti, trascorso il tempo ho acceso anche la resistenza superiore ed ho continuato la cottura per altri 15 minuti , la superficie deve essere soda e dorata. Purtroppo non si può mettere il solito foglio di alluminio per evitare che prenda subito colore , poiché si appiccica alla superficie, per cui è necessario tenerla d'occhio. Una  volta fredda spolverare con zucchero a velo.
Questo è quanto, adesso esco sfido pioggia e vento e vado a comprare la carta forno, perché ho intenzione di sperimentare dei nuovi biscotti..... Alla prossima baciiiii.
Ps: foto pessime, ma luce è quella che è.....

23 commenti:

  1. Solare nel colore e nel sapore colpisce a prima vista!
    Grazie della ricetta, perchè è una crostata insolita e degna da provare.
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  2. E' vero.. a marzo non ci si capisce proprio nulla.. Ieri pioggia battente e vento.. oggi un sole ed un cielo azzurro che era un pò che non si vedeva.. boh! Sarà.. ma io preferisco l'estate.. almeno le giornate son stabili!!! Ottima questa crostata..s ai che mi piace l'abbinamento cocco e limone!!! smackkk

    RispondiElimina
  3. che buona....c'è una fetta anche x me? qui oggi un pò di sole c'è, ma da domani promette di nuovo pioggia e freddo :(

    RispondiElimina
  4. Secondo me invece le foto sono bellissime e naturalmente la torta stragolosa!!! Qui a Roma invece oggi finalmente splende il sole!!! Bacione

    RispondiElimina
  5. è favoloso e il connubio è perfetto, complimenti!

    RispondiElimina
  6. speriamo sia primavera sul serio!!! qui sole, ma vento terribile... sono anche uscita con il bambino ma il vento è una seccatura... la tua torta invece non è per niente una seccatura :P anziii offri va, io porto da bere??? Tiziana (un'altra blogger) porta le crepes con le mele! sai che merendona!!??

    RispondiElimina
  7. splendida questa crostata, la segno!!!!! ciaoooo

    RispondiElimina
  8. ..oggi ho una voglia di limone cocco... e trovo la tua ricetta...mmmmh! che dire della primavera: qui sole ma 8 gradi :(

    RispondiElimina
  9. putroppo marzo pazzerello ^__ì
    ma di certo questa crostata pazzerella non e anzi le mie papille si sono impazzite nel vederla e squisita
    lia

    RispondiElimina
  10. ciao manuela! a chi lo dici...io non ci capisco proprio niente, io sento ancora freddo e piove ancora...mah! cmq questa crostata....buona!!!! da fare ;)) baci

    RispondiElimina
  11. questa è pura Vita mia cara.. che crostata a dir poco meravigliosa, mamma che gola ora! oggi il sole è stupendo qui.. so che dura poco, ma non ci penso e me lo godo! baci

    RispondiElimina
  12. E' uno spettacolo questa crostata... fa risvegliare la primavera e non solo! :)

    RispondiElimina
  13. A roma oggi sembra proprio primavera ma si sa, marzo è pazzarello e domani sicuramente tornerà il maltempo...una bella crostata golosa è proprio quello che ci vuole, soprattutto con questo abbinamento insolito, mi piace moltissimo

    RispondiElimina
  14. Da me oggi cielo azzurro e tanto sole ma... mi sa che non dura!! Consoliamoci con questa crostata golosissima che è meglio!! Ciao!

    RispondiElimina
  15. Salvata subito perchè mi piace un sacco :) La primavera qui sembra essere arrivata oggi ma domani già ha dato pioggia .. uffa :(

    RispondiElimina
  16. Cara Manuela, la torta la conosco e l'ho anche fatta e posso garantire che è stupenda, ma vorrei segnalare, senza nessuna vis polemica, che la torta non è figlia della rete ma è la completa rielaborazione di una ricetta trovata sulla rivista Kitchen da parte di Alessandra di Menu Turistico. Ovvero, una torta completamente nuova realizzata da lei a partire dallo stesso nome. Solo per dare a Cesare quel che è di Cesare.
    Complimenti comunque perché ti è venuta benissimo. Un salutone, Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Patty, siccome non ero sicura ... ho fatto una ricerca la crostata è stata pubblicata sul blog" l'osso e la lisca" il 13 giugno del 2007 e su menu turistico il 16 luglio 2009. Comunque colpa mia avrei dovuto farla prima la ricerca, sono stata pigra. Ciao e grazie per essere passata.

      Elimina
  17. Ciao! dolcissima questa tortina: ci piace il fresco duo cocco-limone e la sofficità è irresistibile!
    un bacione

    RispondiElimina
  18. Complimenti, deve essere buonissima!!!
    Mi salvo la ricetta così la provo!!
    Un abbraccio e a presto
    Carmen

    RispondiElimina
  19. Davvero una "nota di colore" che apprezzo in questi giorni uggiosi, piovosi e interminabili :)

    buona giornata

    RispondiElimina
  20. cara Manu , ho passato mezzo pomeriggio a studiami due tue ricette ed a contemplare le foto...il mou salato mi ha mandato in estasi..la frolla etolie.. di pinella pure qualche tempo fa ho fatto i tuoi petit burr.. (non so il francese)3 infornate ..l'unica alla quale ho fatto la foto....mannaggia è stata la prima infornata dove i biscotti erano un po altini... la mia bimba di 4 anni mi ricorda ancora quei biscotti
    google analitics del tuo blog avrà avuto stasera un impennata nella durata di lettura della pagina a presto aga dei biscotti....

    RispondiElimina
  21. è vero. ha il colore del sole e un sapore esotico!!
    baci

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails