Cerca nel blog

domenica 17 marzo 2013

Margherite di Stresa di Serena.

Al  post di oggi  ci tengo moltissimo, è dedicato a Serena, una blogger scomparsa prematuramente, molti di voi conoscevano il suo blog Polpetta Perfetta, io purtroppo l'ho conosciuto troppo tardi, e di questo  sono molto dispiaciuta , ho letto molti dei suoi post, traspariva solarità e simpatia, aveva tanto da dire e da raccontare, ogni volta che ci penso mi commuovo. Su Fb  delle sue amiche hanno proposto di ricreare una sua ricetta  e postarla sul proprio blog, non ci ho pensato su due volte. Tra un po è il mio compleanno ed ho iniziato a guardare i  suoi post pubblicati ad Aprile, quando  ho visto la ricetta delle Margherite-di-Stresa  non ho avuto alcun dubbio, adoro fare i biscotti, è la ricetta giusta per me, consigliava di accompagnarle ad una tazza di tè fumante , possibilmente Darjeeling non zuccherato il cui sapore intenso faccia da contraltare al morbido gusto avvolgente del burro... così ho fatto.


Ingredienti:
250 g di burro morbido;
120 g di zucchero a velo (più quello per spolverare);
scorza grattugiata di limone;
1 cucchiaino di estratto di vaniglia (o una bustina di vanillina);
un pizzico di sale;
4 tuorli sodi;
200 g di fecola di patate;
200 g di farina 00;



Preparazione:
Montare il burro con lo zucchero, la scorza di limone, l'estratto di vaniglia ed il pizzico di sale sino ad ottenere una crema, aggiungere i tuorli sodi setacciati, amalgamare ed infine unire la farina e la fecola. Quando il composto sarà uniforme, formare un panetto, avvolgerlo nella pellicola e riporlo in frigo per un'ora. Trascorso il tempo, infarinare la spianatoia, e stendere l'impasto all'altezza di 1 cm e con il taglia biscotti a forma di fiore ricavare delle margherite. Trasferire i biscotti su teglie foderate di carta forno, e con un dito formare un avvallamento al centro di ogni margherita. Cuocere i biscotti in forno pre riscaldato a 220° per 10 minuti. Una volta freddi spolverare con zucchero a velo.



Scriveva di sé:" Cucina di divertimento, cucina di curiosità, cucina di gola, di pancia, di cuore..." Ciao Serena.

34 commenti:

  1. Non la conoscevo!!! ma a prescindere.. che cosa triste.. poverina... mi spiace molto .-(.. Questa è una cosa molto carina.. lei ti vede da lassù.. e sarà contenta di come hai riproposto i suoi biscotti! Son veramente belli e sicuramente buoni!Un abbraccio Manu! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao treson un abbraccio a anche a te!

      Elimina
  2. Meraviglioso post e splendido modo per ricordarla!!!

    RispondiElimina
  3. Non conoscevo Serena e il suo blog, hai scelto un modo dolcissimo per ricordarla!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo il suo blog l'ho conosciuto troppo tardi...

      Elimina
  4. bellissimi biscotti e post amaro...non conoscevo serena, sono appena andata a trovarla adesso e una lacrima è scesa, che triste storia...davvero un peccato per una ragazza così vitale! grazie per averla ricordata insieme a noi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ale una lacrima scende sempre anche a me, sono contenta che tu sia passata dal suo blog.

      Elimina
  5. che carina che sei... non la conosco ma mi unisco a te in un abbraccio

    RispondiElimina
  6. La conoscevo tramite il suo blog e le sue ricette, sempre riuscitissime! Un bellissimo modo, molto dolce per ricordarla!!

    RispondiElimina
  7. ho letto di Serena, anche se non la conoscevo ci sono stata malissimo :-(
    fa vo lo si i biscottini Manuela!! buon w.e.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fede per me è uguale, non la conoscevo , ma quando ho saputo sono stata male anche io, questi biscotti li farò ancora sono davvero speciali. Buon Fine settimana anche a te.

      Elimina
  8. non la conoscevo ma il tuo ricordarla così semplicemente e....dolcemente mi ha commossa, complimenti Manu non finisci mai di stipurmi :-) e non solo per le tue lodevoli capacità pasticcere!!!non ho fatto i biscotti ma saranno sublimi.

    RispondiElimina
  9. Ciao Giusy che piacere averti qui!!!!!!Ti assicuro questi biscotti meritano...

    RispondiElimina
  10. Non conoscevo serena ma penso che ricordarla con una delle sue ricette sia uno splendido gesto!!! e questi biscottini sembrano deliziosi!!

    RispondiElimina
  11. Risposte
    1. Si è vero le sue amiche hanno scelto un splendido modo per ricordarla.

      Elimina
  12. sono perfette, e quel servizio una meraviglia!non conoscevo quel blog, ma grazie di avermelo fatto scoprire!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che ti sia di ispirazione, ci sono tante ricette da provare.

      Elimina
  13. Una ricetta fantastico e un pensiero stupendo per qualcuno che non c'è più!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono dei biscotti friabilissimi, che entreranno nella mia classifica di cose da fare mensilmente.

      Elimina
  14. Manuela...io conoscevo Serena. Ci siamo conosciute anni fa e frequentate grazie al forum di Coquinaria. Era una donna straordinaria (se entri nel forum di Coquinaria in prima o seconda pagina c'è un topic in cui è riportata una testimonianza letta al suo funerale). Io non c'è giorno in cui non mi venga da piangere guardando mio figlio e pensando al suo (coetaneo del mio)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristina, ho letto molto di Serena su Coquinaria, mi sembra quasi di conoscerla, ho letto dei suoi sontuosi buffet, cosa pensavano di lei le sue amiche, ho letto i suoi post, sapevo che avrebbero pubblicato l'elogio funebre, ma onestamente non riesco a leggerlo, immagino che siano delle parole stupende, ma proprio non ci riesco, al solo pensiero mi viene da piangere, eppure non la conoscevo.

      Elimina
  15. Un modo perfetto per ricordare una di noi: è davvero una tristezza immensa sapere che una persona giovane e piena di vita se n'è andata così...

    RispondiElimina
  16. Bei pensieri, bello il ricordo che hai di Serena e meravigliose le Margherite!

    RispondiElimina
  17. Ciao! ecco cosa ci viene in mente quando pensiamo ai biscotti :-)
    Burrosi, dolci al punto giusto e davvero molto belli!
    un bacione e complimenti

    RispondiElimina
  18. Non la conoscevo, ma hai fatto un grande gesto ricordandola. E' triste leggere queste cose, soprattutto di una persona che aveva ancora davanti una vita intera. Sono agnostica e il destino diventa spesso una comoda giustificazione. Perché? Non riesco mai a rispondere quando accadono certe cose. Il mio perché resta sempre senza risposta. Forse a certe domande non ci sono risposte.

    RispondiElimina
  19. Neanche io la conoscevo ma credo che non ci sia modo migliore per renderle omaggio. Grazie per questo post, umano e sincero. Arriva lì, dritto, dove deve arrivare.

    RispondiElimina
  20. Ciao manuela! non la conoscevo però questo mi sembra un bellisimo modo per ricordarla ...brava! baci e buona giornata!

    RispondiElimina
  21. il tuo blog è favoloso...mi sono segnata come nuova follower :)

    RispondiElimina
  22. Bellissimo blog, ci siamo iscritti, vieni a trovarci se vuoi !!!!!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails