Cerca nel blog

martedì 27 aprile 2010

Mimosetta light... fragole e yogurt!!!

Buon pomeriggio... qualche giorno fa ho trascorso la giornata con la mia fantastica nonna (classe 1918!!! ma di lei vi parlerò un'altra volta!), abbiamo pasticciato un po, nonostante qualche acciacco riesce a fare ancora la pasta fatta in casa, pizze, crostate, insomma non si fa mancare niente.. Dopo pranzo, mi dice" vieni ti faccio vedere una cosa" e da un cassetto tira fuori questo librettino qui,

che conserva come una reliquia, l'ho aperto ... ci sono annotate diverse ricette di pasticceria di sua madre praticamente è del 1800, mi sono emozionata. A quanto mi ha raccontato la mia bisnonna era una bravissima pasticcera ( anzi,aveva una pasticceria) ... un po per l'usura del tempo, un po per la calligrafia, abbiamo tentato di decifrarlo, alcune ricette sono molto chiare, altre .... sono da sperimentare!
Tutto questo per dirvi che le mini mimose che ho realizzato sono state fatte con la ricetta del pan di spagna che ho trovato su quel librettino... Il risultato? Assolutamente perfetto!
La ricetta è semplicissima bisogna considerare per ogni uovo 30 g di farina e 25 g di zucchero, più la scorza grattugiata di un limone, si procede come al solito montando per più di mezz'ora le uova con lo zucchero (devono diventare completamente bianche) ,poi si aggiunge la scorza di limone , infine si incorpora la farina setacciata dal basso verso l'alto con una spatola, forno pre riscaldato a 180° per circa mezz'ora.

Ingredienti:
4 uova ;
120 g di farina;
100 g di zucchero;
la scorza grattugiata di un limone biologico (o una fialetta di essenza di limone);
fragole;
zucchero a velo vanigliato;
yogurt greco;


Il procedimento del pan di spagna l'ho già scritto ( ho utilizzato una tortiera da 24 cm), quindi una volta sfornato farlo raffreddare completamente ( si potrebbe fare anche il giorno prima ed avvolgerlo nella carta argentata, resta sofficissimo) ricavare con un coppa pasta rotondo dei dischetti , dividere ogni dischetto in due (in modo da ricavare due basi identiche),sbriciolare gli scarti e metterli da parte. Pulire le fragole tagliarle a pezzetti, unire lo zucchero a velo, mescolare e lasciare macerare per un'ora in frigorifero (in modo che rilascino il succo), in una ciotola addolcire lo yogurt greco con lo zucchero a velo. Sgocciolare le fragole ( metà di queste andranno mescolate con lo yogurt), riprendere le basi di pan di spagna e inumidirle con il succo delle fragole, farcire con il composto di yogurt (io ho fatto due strati sovrapponendo un'altra base, ma ne basta anche uno!), e finire con le briciole di pan di spagna, disporre su un piatto e completare con la macedonia di fragole o altra frutta! Ci vuole più tempo a descrivere il tutto più che a farlo e soprattutto a mangiarlo!


Che dire sono molto soddisfatta della riuscita, semplice, leggera, poco calorica , un dessert da gustare senza sentirsi troppo in colpa!
Ops ho qualcosa sul fuoco che richiede la mia attenzione, salutissimi...vi abbraccio Manu.

Con questa ricetta partecipo a questa raccolta:



37 commenti:

  1. Devo dire che mi hai fatto emozionare, che bello riuscire a rifare ricette così antiche, che sicuramente vengono buone, bella questa mimosa a presto.

    RispondiElimina
  2. Oddio mi sono commosa........un libricino di ricette di duecento anni!!!
    Che meraviglia e che delizia le tue piccole momose.....bravissima!
    Beh, volgio dire, parti avvantaggiata, con la bisnonna pasticcera ;)

    RispondiElimina
  3. che belli questi momenti,antiche tradizioni rispolverate e assaggiate pure,che bello avere la nonna...baci a te e uno speciale alla tua nonnina

    RispondiElimina
  4. ma guarda un pò... un libricino del 1800 ... che emozione!!! ci credo che queste mimosette sono perfette!

    RispondiElimina
  5. Grazie ragazze è stata una gioia immensa averlo tra le mani!

    RispondiElimina
  6. è davvero emozionante! e poi quelle mimosette, sarà che risentono del fascino del libricino, ma sono davvero deliziose!

    RispondiElimina
  7. ma sono deliziose le tue mimosette!!! e poi chi sa davvero che batticuore avere in mano una tale "reliquia"... mamma mia quant'è antico!
    baciii.

    RispondiElimina
  8. Questa mimosette sono stupende..e di sicuro anche buonissime!!Complimenti!

    RispondiElimina
  9. Manu, grazie! Questa è proprio per me! Adoro la frutta ed il pan di spagna fatto così. Anche mia mamma del 1915 aveva un Artusi della sua mamma, che custodisco gelosamente e che ritengo la cosa più bella che erediterò. Forse lo nascondo.....! Vediamo.Bello avere una nonna così, dalle un bacio da parte mia e falle tanti complimenti. Mi sembra che se li meriti proprio. deny

    RispondiElimina
  10. MA che cosa preziosissima!
    veramente emozionante tenere tra le mani un tale ricordo ricco di memoria... e poi l'onore di sperimentare le ricette!
    grazie per la condivisione di questa ricetta!!! :)

    RispondiElimina
  11. ciao manu..
    sono lia e mi fa piacere che ti sei aggiunta tra i sostenitori..
    così ho l'onore di conoscere il tuo meraviglio e succolente blog..
    avere tra le mani una cosa che si e tramanta tra figli e emozionante..
    ora toccherà a te conservare questo meraviglioso libro..
    un abbraccio fortissimo

    RispondiElimina
  12. Quel librettino è special; non pensi di farne una piccola pubblicazione? Un ieri e un oggi (con le tue ricette) della tua famiglia.... Complimenti per la tortina !!!!!

    RispondiElimina
  13. Che bel tesoro ti ha svelato tua nonna! Ottima ricetta,complimenti!

    RispondiElimina
  14. che grande emozione leggere le tue parole e vedere quel prezioso librettino!!! bellissimo il pomeriggio passato con tua nonna, pasticciare insieme davvero bellissimo!!!!
    il dolce è un incanto!!!

    RispondiElimina
  15. O mamma, impazzisco per i vecchi libri e quaderni come questo. Sarà stato davvero bello scoprirne il contenuto insieme alla nonna e pasticciare con lei queste mimose che sono splendide e golosissime. Un bacione

    RispondiElimina
  16. Deliziosa la mimosa... ma quel librettino, averlo tra le mani beh... è una cosa emozionante!
    Ciao e buona giornata!

    RispondiElimina
  17. ma tu lo sai che quello è un vero e proprio tesoro!
    spero che vorrai condividere con noi tante altre ricette di quel meraviglioso ricettario!
    quel dolcino poi è delizioso!!!

    RispondiElimina
  18. hai trovato veramente un tesoro!!!Complimenti per la mimosa,mi piacciono gli abbinamenti e la presentazione.un abbraccio alla nonna

    RispondiElimina
  19. Un originale libretto di ricette scritto dalla tua bisnonna classe 1800 non è cosa da poco. Sono emozionata io, solo a vederlo! Incredibile....

    RispondiElimina
  20. ehehehe le classiche ricette della nonna.. o bisnonna??? Bellissime e sicuramente ottime e fresche! smack! .-)

    RispondiElimina
  21. Mammina questa mini tortina è deliziosa!!!!!!!!!!!
    bellissima anche la presentazione, bravissima Manu...... buona giornata!!!!!

    RispondiElimina
  22. sublime!!! complimenti!!!ciao!

    RispondiElimina
  23. che bella cosa! è bello dare un volto attuale a una ricettina così antica! come ti invidiom che puoi passare ancora un pomeriggio a pasticciare con la nonna!!!!

    RispondiElimina
  24. Ciao! complimenti alla nonna....dev'essere una donna davvero in gamba!!
    ottima e delicata questa mini mimosa!
    ne hai messo da parte due porzioni per noi??!
    un bacione

    RispondiElimina
  25. Veramente bella, e non ho dubbi nemmeno sulla sua bontà! Complimenti per questa bella golosità, mi avete fatto venire l'acquolina! Ciao.
    Serena

    RispondiElimina
  26. Manuela, partecipo anch'io alla raccolta della frutta nel piatto ma ti assicuro che tiferò per te! Questa ricetta merita un encomio per l'emozione che ha suscitato il tuo post, per il pezzetto di storia che porta con se e per il ricordo... la cucina è anche questo, passione e gusto che si tramandano e restano vivi. Bravissima. Deborah

    RispondiElimina
  27. Davvero un bellissimo quaderno, capisco la tua emozione :), e che dire di questi mini-mimose bellebelle !

    RispondiElimina
  28. Hai capito la nonna, che tesori nasconde?..
    Bellissime queste mimosette, fresche e primaverili..
    Un bacio

    RispondiElimina
  29. che invidia! Mi venderei l'anima al diavolo per un tesoro tale.

    RispondiElimina
  30. Ciao Manuela, ti ho vista tra le nie sostenitrici e sono venuta a trovarti anch'io. Bello il tuo blog e interessanti le tue ricette. Queste mimosette sono davvero sfiziose e preziose ;D. Un saluto e a presto

    RispondiElimina
  31. Hai emozionato anche me. Complimentissssimi, questa supera la coppa ai frutti di bosco che ha fattu l'anno scorso... pensi che non ricordi le cose bellissime che prepari? Baci Alex

    RispondiElimina
  32. Grazie a tutte! Pagnottina benvenuta, Alessandra sei un tesoro!

    RispondiElimina
  33. Mi ero persa questa meraviglia. Meravigliose le mimosette, ma che dire di quel libricino?COMMOVENTE!!!!

    RispondiElimina
  34. Sono rimasta incantata a leggere il tuo post che meraviglia!!! Sia il ricettario che la tua ricetta complimenti...ah! piacere di conoscerti!

    RispondiElimina
  35. Che cosa sublime!
    Complimenti!

    RispondiElimina
  36. Che bello avere una nonna che cucina con te!
    Che bello quel libriccino e che bel (e immagino ottimo) dolce! Ti seguo con molto piacere! Perla

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails