Cerca nel blog

lunedì 29 aprile 2013

Pancake ... Nigella's style!

Buon pomeriggio  , un post al volo,  così approfitto della bellissima giornata (ci sono 27 gradi!!!) per fare una passeggiata...  Trattasi di pancake, la ricetta è di Nigella quindi una garanzia.... non c'è niente di più facile, ciò che serve è un frullatore ,gli ingredienti, ed una mezz'ora di tempo tra riposo e preparazione., e con il minimo sforzo si ottengono delle "frittelle" soffici e golosissime, che fanno iniziare la giornata nel migliore dei modi!!! Io gli ho preparati il 25 aprile, un amico mi ha scritto di su fb: "Manu sto facendo i pancake la ricetta è sul libro che mi hai regalato per Natale, quello sulla pasta madre!". Onestamente l'aggiunta della pasta madre come agente lievitante non mi ha convinta , infatti sono cresciuti poco, comunque a parte questo mi ha fatto venire voglia di prepararli, mi ricordano le meravigliose colazioni fatte durante le crociere.... ahhhh  che ricordi , adesso mi commuovo.....




Ingredienti
225 g di farina 00;
1 cucchiaino di lievito per dolci;
un pizzico di sale;
1 cucchiaio di zucchero semolato;
2 uova grandi;
30 g di burro sciolto e raffreddato;
300 ml di latte;
estratto di vaniglia ( questo l'ho aggiunto io, secondo me da un gusto meraviglioso)
burro per la padella;
sciroppo d'acero o marmellata o nutella;


Preparazione:
Il modo più semplice, come ho già detto, è quello di mettere tutti gli ingredienti nel frullatore ed azionare. Ma se si prepara l'impasto a mano: basta mettere in una ciotola , la farina setacciata con il lievito, lo zucchero, il sale, poi aggiungere le uova, il latte , il burro fuso, l'estratto di vaniglia, mescolando con una frusta. Sia che si scelga il metodo numero 1 che il numero 2, il composto va filtrato attraverso un colino a maglie strette per evitare i grumi. Lasciare riposare la pastella , per 20 minuti. Scaldare una padella leggermente imburrata, su fuoco basso, versare un mestolino di pastella,  far dorare il pancake fino a quando appariranno delle bollicine sulla superficie, poi girarlo con una spatola e lasciarlo dorare anche dall'altro lato. Proseguire sino ad esaurire la pastella.Servire con sciroppo d'acero,  o marmellata , o per i super golosi nutella. C'è niente di più semplice?????
Già che ci sono vi lascio la foto dei pangoccioli che ho fatto ieri .



Sono venuti benissimo, buoni , soffici e profumatissimi, la ricetta è di Paoletta, devo aggiungere altro??? Purtroppo questa è l'unica foto, non sono riuscita a fotografare l'interno, perché sono spariti subito, appena sfornati, genitori, suoceri e cugini tutti hanno gradito e ringraziato...sarà per la prossima volta! Vi metto il link  aniceecannellai-pangoccioli per recuperare la ricetta , mi raccomando prestate attenzione al video per la formazione delle palline, passaggio fondamentale per avere una bella mollica soffice, un'ultima cosa io ho messo 90 g di zucchero altrimenti è pane con le gocce di cioccolato, ma questo è un mio punto di vista!!! E' tutto buon fine settimana a tutti, baci Manu.










7 commenti:

  1. che meraviglia, tutte e due, non saprei davvero quale scegliere!!!

    RispondiElimina
  2. Sempre gentilissima!!!!! Io direi pancakes a colazione e pangoccioli per merenda.....

    RispondiElimina
  3. Meravigliosi, pancakes per me significa..colazioni in canada! Mamma mia che bontà! Mi hai fatto venire una voglia!

    RispondiElimina
  4. Nigella è sempre Nigella... poi aggiungi che i pancake sono una vera goduria.... ricetta promossa a pieni voti ! Un bacione

    RispondiElimina
  5. W Nigella, sono carinissimi!
    Aspetto i pangoccioli ;)

    RispondiElimina
  6. E' tutto dici... e ti par poco!!!!

    buon 1 maggio cara

    RispondiElimina
  7. ciao!! io adoro i pancake! con lo sciroppo d'acero, poi, sono davvero irresistibili :-) concordo sulle perplessità nell'utilizzo del lievito madre: anch'io metto il lievito chimico per dolci (una mezza bustina), e crescono bene! credo che il trucco sia, appunto, far riposare un pochino la pasta prima di cuocerla... la mia ricetta varia un pochino nelle dosi/proporzioni, ma è molto simile... se ti va di provarla, ecco la mia versione: http://atavolaconme.blogspot.it/2011/03/its-breakfast-time.html

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails